Loading...
Museo Regionale dell’Emigrazione 2018-04-10T10:18:17+00:00

Museo Regionale dell’Emigrazione Pietro Conti

Il Museo Regionale dell’Emigrazione Pietro Conti nasce per sottolineare il patrimonio storico, culturale ed umano legato al grande esodo emigratorio che coinvolse l’Italia dalla fine dell’Ottocento e che ha riguardato più di 27 milioni di partenze. Realizzato con la tecnica delle proiezioni video, coinvolge il visitatore in un emozionante percorso a ritroso: l’arrivo, il viaggio e la partenza. Documenti, immagini e racconti provenienti da tutte le regioni d’Italia. Un viaggio corale che ha per protagonista l’emigrante: gli addii, l’incontro e lo scontro con il paese straniero, la nostalgia, le gioie e i dolori quotidiani, l’integrazione nella nuova realtà, le sconfitte e le vittorie, il confronto e la riflessione con l’immigrazione di oggi.

Il Museo è:

  • centro di ricerca permanente per analizzare i diversi aspetti dell’emigrazione italiana;
  • laboratorio didattico per costruire un percorso storico di conoscenza rivolto alle scuole;
  • centro audiovisivo d’interesse nazionale che raccoglie filmati, documentari e cortometraggi;
  • promotore di attività editoriali.

Il Museo realizza:

  • percorsi di visita guidata;
  • approfondimenti tematici e laboratori didattici;
  • attività di ricerca e convegnistica;
  • Concorso Video Memorie Migranti.

Il Polo Museale Città di Gualdo Tadino rappresenta un circuito culturale di facile fruizione per le scuole di ogni ordine e grado. Le attività e le tematiche affrontate sono diversificate a seconda dell’ordine scolastico e dell’età degli studenti.

Didattica per le scuole